Translate

mercoledì 5 marzo 2014

Europa, "Sortez les sortants"

  di Raffaella Vitulano

Madame Carla Bruni in Sarkozy dimentica il documento d'identità al seggio e torna a recuperarlo: un gesto inconscio, quasi a ricordare il peso di quel suo voto (poco) segreto nelle urne. Mai dati definitivi sulla vittoria del leader del partito socialista François Hollande sbriciolano in serata le ultime speranze di Carla. Prepara così i bagagli per l'Eliseo l'uomo che il The Economist considera senza mezzi termini pericoloso per il suo totale rifiuto verso le riforme e i tagli alla spesa, che "potrebbero avere effetti disastrosi sull'intera eurozona". In realtà, uomini a lui vicino raccontano che in ogni caso nessuno oserà contestare apertamente la dottrina dell'integrità fiscale; d'altro canto, c'è da registrare che perfino alcuni policymaker tedeschi ormai stanno iniziando a domandarsi se politica economica non voglia dire qualcosa di più che tagliare la spesa pubblica e aumentare le tasse. Lo smarrimento per la crisi spinge gli elettori a mandare a casa il loro capo, con modi garbati o risoluti ("Sortez les sortants!"). Di destra o di sinistra, come accaduto in Spagna.
Vince, insomma, chi non stava al governo durante la crisi. Ma programmi di crescita, in tutt'Europa, ancora squillano a vuoto. 

(8 maggio 2012)

r.vitulano@cisl.it

Nessun commento:

Posta un commento