Translate

mercoledì 5 marzo 2014

Quell'affondo di solidarietà

di Raffaella Vitulano
 


La Corte di Giustizia europea ha confermato ieri la legittimità del Meccanismo europeo di Stabilità (Mes), che presterà assistenza finanziaria ai paesi in difficoltà che garantiscano di restare "soggetti alla logica di mercato allorquando contraggono debiti". Ecco, è questa logica di mercato che proprio non mi entra in testa. Riepiloghiamo: uno Stato versa una bella somma di miliardi nel salvadanaio del fondo Mes sperando di poterci contare quando sarà messo in difficoltà dalle tempeste finanziarie. Ma a quel punto il Mes non si farà affatto carico del suo debito ma gli cercherà nuovi creditori sul mercato secondario di titoli (magari cinesi) pagandone un prezzo ai titolari. Accedendo a quel prestito, lo Stato indebitato resterà responsabile dei propri impegni nei confronti dei suoi creditori, ma aprirà un nuovo debito col Mes, "maggiorato con un margine adeguato". Se poi lo Statomembro non dovesse procedere al pagamento, una richiesta di capitale incrementato è indirizzata a tutti gli altri membri. Ma vi sembra davvero un fondo salva Stati?

(28 novembre 2012)
 
 r.vitulano@cisl.it

Nessun commento:

Posta un commento